Acqua potabile o non potabile: questo è il dilemma!

Quante volte vi è capitato di chiedervi se fosse potabile o meno l’acqua della vostra abitazione o dell’appartamento in villeggiatura?
La risposta è: sicuramente tantissime! Bene, questo accade perché siamo consapevoli del fatto che bere acqua non potabile possa arrecare danni alla nostra salute, ma il più delle volte non ne conosciamo i reali motivi.
Perchè l’acqua non è potabile?
I motivi per cui l’acqua delle nostre abitazioni possa essere non potabile sono davvero tanti.  Non sempre le nostre case ricevono approvvigionamento di acqua dall’acquedotto comunale, spesso l’acqua che sgorga dai rubinetti arriva direttamente da acque di pozzo sotterranee, che necessitano di trattamenti adeguati.

 

Potabilizzazione acqua di pozzo: come procedere?

Il percorso intrapreso dalle acque di pozzo partendo dalla falda entro la quale si raccolgono, fino a giungere ai rubinetti delle nostre case, risulta essere complesso e pieno di insidie, e trova nel processo di potabilizzazione la sua chiave di svolta.
Virus e batteri in primis mettono a repentaglio la purezza dell’acqua, a questi si aggiungono anche numerosi elementi chimici che rendono la potabilizzazione dell’acqua una necessità. Questa oltre ad apportare benefici alla nostra salute, contribuisce alla longevità delle tubature e dei nostri elettrodomestici!

 

Parametri acqua potabile: quali fattori considerare?

È necessario quindi prendere in considerazione alcuni parametri per definire il livello di purezza e/o inquinamento dell’acqua. Esistono dei valori limite, stabiliti per legge, in cui questi parametri devono rientrare per far si che l’acqua del nostro pozzo possa essere considerata idonea all’uso domestico.

 

Inquinamento acqua potabile: quali le principali insidie?

Un’acqua non potabile, e dunque inquinata, può essere estremamente dannosa per l’uomo e per l’ambiente e per questo necessita di un adeguato trattamento di depurazione.  E’ il caso dell’acqua di pozzo che scorrendo nel sottosuolo subisce numerosi attacchi da parte di agenti chimici, derivanti ad esempio da scarichi industriali, oppure da virus e batteri (come Coliformi fecali, Streptococchi fecali, Legionella, ecc).

 

Trattamento acque di pozzo: alcuni validi alleati

Fortunatamente è possibile far fronte a queste problematiche mettendo in atto soluzioni valide ed efficaci, in grado di sconfiggere i temibili nemici delle nostre acque sotterranee!

 

TRATTAMENTO AZIONE
Deferizzatori Valida soluzione contro metalli come Ferro e Manganese, inquinanti tipicamente diffusi nelle acque di pozzo.
Addolcitori Abbattono il problema della durezza dell’acqua e combattono la formazione di calcare
Filtri a Cabone/Quarzite Alleato contro l’eccessiva  presenza di cloro nell’acqua. Attraverso un sistema di filtrazione mette in atto la declorazione (rimozione cloro) oltre a rimuovere numerose sostanze organiche e pesticidi, presenti nell’acqua, molto dannosi per la nostra salute
Sterilizzatori a raggi UV Svologno una potente azione battericida attraverso la radiazione emanata da una speciale lampada. Massimizzano il loro rendimento in particolare quando gli agenti inquinanti sono già quasi del tutto estinti.
Filtri Rimozione Arsenico La nuova normativa sulle acque potabili D.L. 31/2003 e la normativa su acque di falda di siti contaminati 471/99 obbliga a ridurre le concentrazioni di arsenico presente nella falde profonde destinate all’uso potabile e al risanamento di siti contaminati al di sotto di valori di 10 microgrammi /litro. I filtri rimozione arsenico utilizzano una resina Bayoxide ad elevata capacità assorbente.
Filtri Rimozione Ammoniaca Nelle acque potabili, è ammesso un limite massimo di 0,50 mg/l per il valore ammoniaca. In acque molto profonde la presenza di NH3 può provenire da riduzioni che trasformano l’azoto nitrico e nitroso in ammoniaca oppure, nel caso di terreni torbosi, da sostanze organiche di origine vegetale. La presenza di ammoniaca nell’acqua può provocare sviluppo di microrganismi, difficoltà di clorazione per formazione di cloroammine ed anche corrosione nelle condotte. I Filtri rimozione ammoniaca utilizzano una miscela omogenea di Ecomix, composto da cinque differenti materiali di alta qualità, a scambio ionico ad alto potere adsorbente di origine naturale e sintetica

 

Normativa acqua potabile: l’idoneità dell’acqua al consumo

I parametri che definiscono la qualità dell’acqua di pozzo sono definiti e regolamentati dal Decreto Legislativo n.31 del 2001 , che rimanda alla Direttiva 98/83/CE applicabile a tutte le acque ad uso potabile, principalmente nel settore  alimentare, siano esse destinate all’uso domestico, industrie alimentari ecc…   Oltre la normativa che definisce i parametri di potabilità dell’acqua, è opportuno citare il Decreto ministeriale 174 del 6 aprile 2004 in cui è disciplinata la qualità dei materiali utilizzati delle apparecchiature e degli impianti destinati alla distribuzione acqua potabile.