Acque Reflue

Impianti Disoleatori acque reflue - Depurtecnica

Disoleatori

DISOLEATORI PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE METEORICHE E REFLUE CONTENENTI RESIDUI OLEOSI O SOLIDI Questi impianti vengono installati nei luoghi dove, nelle acque reflue generate da eventi atmosferici o processi industriali, possono essere presenti residui oleosi o solidi. Per esempio stazioni di servizio per rifornimento carburante oppure parcheggi, autorimesse, autolavaggi, officine, strade, stabilimenti. I disoleatori consistono in cisterne o vasche in cemento. La rimozione dalle acque di scarico di sostanze fangose e/o oleose avviene mediante l’impiego di una singola cisterna. Al
Impianti Degrassatori - Depurtecnica

Degrassatori

Degrassatori per la separazione dalle acque reflue di oli e grassi I DEGRASSATORI DEPURTECNICA risolvono il problema della separazione dall’acqua di oli e grassi provenienti da scarichi di cucine e lavanderie sia abitative che industriali. Nei degrassatori, gli oli ed i grassi sono separati dall’acqua secondo il principio della flottazione, fenomeno naturale che consente alle sostanze grasse, di peso specifico minore dell’acqua, di separarsi e di risalire in superficie. Questa tipologia di impianti ha la funzione di separare l’acqua dai grassi
Impianti e Vasche trattamento acque prima pioggia - Depurtecnica

Acque di Prima Pioggia

VASCHE E IMPIANTI PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA Le acque di prima pioggia sono quelle acque che, cadendo all’inizio di un evento atmosferico meteorico, non infiltrandosi nel sottosuolo e non evaporando, si caricano di sostanze inquinanti derivanti dalle superfici delle aree scoperte dilavate. Per questo vengono classificate come acque reflue. Di norma viene considerata prima pioggia l’acqua corrispondente ad un volume pari a 5 mm di precipitazione distribuita uniformemente sulla superficie scolante, per eventi meteorici che si distanzino
Impianto Flottatore - Depurtecnica

Flottatori

flottatori per il trattamento delle acque reflue L’ideazione e la realizzazione di questo impianto nasce da un pool di aziende specializzate in differenti rami della depurazione acque reflue del settore agro-alimentare. Nasce quindi dall’unione di esperienze complementari, ed in particolare, di costruzione di macchine di flottazione, della chimica applicata a impianti di chiari-flocculazione e di gestione elettro-meccanica e processo nelle piccole-medie aziende agroalimentari. La nostra esperienza presso società con volumi di scarico sino ai 100 mc/d, ci ha portato a progettare
Vasche settiche Imhoff-Acque reflue Depurtecnica

Vasche Settiche Imhoff

Vasche settiche imhoff: installazione e manutenzione Le vasche settiche imhoff per il trattamento delle acque reflue, sono costituite da due comparti sovrapposti ed idraulicamente comunicanti: in quello superiore avviene la sedimentazione primaria con la funzione di chiarificare il liquame, in quello inferiore avviene la digestione anaerobica dei fanghi sedimentati. Le vasche settiche tipo Imhoff sono proporzionate in modo tale da garantire il giusto tempo di ritenzione e da impedire che fenomeni di turbolenza, causati dal carico idrico, possano diminuire l’efficienza di
Impianti fanghi attivi - Depurtecnica

Fanghi Attivi

Impianti di Depurazione Biologici ad Ossidazione Totale Gli impianti depurazione acqua a fanghi attivi sono costituiti da: un comparto di ossidazione dove avviene il contatto tra la popolazione batterica e lo scarico da depurare. Attraverso un sistema dinamico aerobico controllato con insufflazione d’aria si formano colonie batteriche sotto forma di fiocchi di fango, i quali hanno la funzione di rimuovere gli inquinanti presenti nelle acque di scarico. un comparto di sedimentazione dove i fiocchi di fango attivo formatisi nel comparto precedente,
Filtri percolatori aerobici - Depurtecnica

Filtri Percolatori Aerobici

impianti a filtri percolatori aerobici in cemento o materiale plastico Questi impinti rendono possibile, mediante un razionale ed abbondante afflusso d’aria, un elevato sviluppo di microrganismi aerobi. Possono essere in cemento o in materiale plastico e devono essere dimensionati in base al numero di abitanti equivalenti che ne sono serviti. I letti percolatori aerobici sono formati da un cumulo alto da 1,50 a 3 mt. di vari materiali (pietrisco, materiale plastico, ecc.) della grandezza di 4-8 centimetri, che fungono da supporto
Filtri percolatori ananerobici acque reflue - Depurtecnica

Filtri Percolatori Anaerobici

filtri percolatori anaerobici in cemento o materiale plastico Le sostanze organiche presenti nel fango, in mancanza di un sufficiente apporto di ossigeno, diventano sede di processi riduttivi anaerobici che portano ad una progressiva stabilizzazione. In questa tipologia di impianti, i processi vengono attuati in appositi manufatti chiusi, veri e propri fermentatori detti “digestori anaerobici”, in cui le reazioni biologiche si sviluppano in assenza di contatto con l’atmosfera. I microrganismi di tipo facoltativo ed anaerobico utilizzano l’ossigeno occorrente per i processi di
Impianti Fitodepurazione acque reflue - Depurtecnica

Fitodepurazione

Impianti di Fitodepurazione per le Acque Reflue: una soluzione ecocompatibile La fitodepurazione è un processo per la depurazione di acque reflue che utilizza le piante come filtri biologici. In questi impianti avvengono un insieme di reazioni chimico-fisiche e biologiche svolte dalla vegetazione e dai microrganismi presenti nelle acque che riducono le sostanze inquinanti in esse presenti. La scelta della specie vegetale utilizzata è estremamente importante per garantire una migliore ed efficiente qualità del refluoin uscita dall’impianto. GLI IMPIANTI DI FITODEPURAZIONE DEPURTECNICA
Impianti Chimico Fisici Acque Reflue - Depurtecnica

Chimico Fisici

impianti chimico fisici per la depurazione delle acque reflue Sono progettati per trattare le acque reflue altamente inquinate ed in genere scarsamente biodegradabili derivate da lavorazioni industriali come: stazioni di servizio autolavaggi officine meccaniche autodemolitori ceramiche tintorie aziende di verniciatura aziende galvaniche Gli impianti chimico fisici sono costituiti da: Comparto di equalizzazione e pompaggio del refluo al processo depurativo Comparto di correzione pH Comparto di flocculazione, miscelazione e decantazione Comparto di filtrazione del chiarificato mediante filtri a sabbia e/o carboni attivi